Alberto Cellotto, nota bibliografica

Libri di poesia
  • Pechino, autoprodotto stampato in 40 copie, 2019.
  • I piani eterni, La collana Isola, Bologna 2014 (illustrazioni di Nicolò Pellizzon).
  • Traviso, Prufrock spa, Rovigo 2014 (menzione speciale della giuria Premio Marazza 2015).
  • Pertiche, La Vita Felice, Milano 2012 (prefazione di Gian Mario Villalta).
  • Grave, Editrice Zona, Arezzo 2008 (prefazione di Fabio Franzin).
  • Vicine scadenze, Editrice Zona, Arezzo 2004 (prefazione di Antonio Turolo, Premio APS pordenonelegge.it 2004).

Libri di prosa
  • Abbiamo fatto una gran perdita, Oèdipus Edizioni, Salerno-Milano 2018.


Libri tradotti
  • Gore Vidal, Duluth, Fazi Editore, Roma 2007.
  • Stewart O'Nan, Canzoni per la scomparsa, Fazi Editore, Roma 2011.
  • Frank Norris, Una speculazione sul grano, Amos Edizioni, Venezia 2012.

Contributi in libri di saggistica
  • Scrivere sulla luna tra La beltà e la "Trilogia". Una fantasia di avvicinamento a Gli sguardi i fatti e senhal, in Andrea Zanzotto, la natura, l'idioma. Atti del convegno internazionale (Pieve di Soligo, Solighetto, Cison di Valmarino, 10-11-12 ottobre 2014) di F. Carbognin (a cura di), Canova Edizioni, Treviso 2018.

Saggi
  • Brand naming. Il nome all'interno del sistema-marca, Cleup, 2005.

Nessun commento:

Posta un commento