martedì 25 settembre 2018

Quiz con una copia in palio


Nel post precedente si parlava dei due libri citati dal protagonista durante il suo viaggio in un paio di lettere, Frankenstein e Le opere e i giorni. In una lettera a una ex collega di lavoro, il protagonista chiede invece aiuto per ricordare il titolo di un libro che gli sfugge. L'autore del libro sa quale titolo e quale autore (francese) sfugge al protagonista. Il passo che tratteggia la trama di questo libro sfuggente nella lettera a Laura è il seguente:
[...] Stringo, perché proprio di un libro volevo chiederti. La volta che siamo stati in Cina per l’apertura della filiale mi avevi prestato un libro terminato durante il volo di ritorno. Non ricordo nulla, nemmeno il colore della copertina. Pure tu che notavi la mia buona memoria per nomi, titoli o case editrici, ora rimarrai stupita dalla mia amnesia. Mi viene solo l’abbozzo della trama, il contrario di quello che mi capita di solito quando mi perdo intere zolle di trama ma non mi scappano nomi e titoli. Insomma, c’è uno col mio nome che va in coma per un incidente stradale avvenuto in un taxi condotto da un’autista clandestina (che poi fugge), esce dal coma ma una volta tornato a casa trova uno sconosciuto al suo posto che si chiama come lui. Tutte le persone che gli erano vicine, compresa la moglie e la gente del suo giro, dicono di non sapere chi sia. Prova a riacciuffare la propria identità affidandosi anche al neuropsichiatra che lo aveva seguito ma niente da fare: più prova a far ritornare la situazione come prima dell’incidente e più si confonde (era questa la parte più bella del libro, secondo me), fino a quando non mette in campo un investigatore per effettuare delle indagini. [...]
Un indizio sul nome dell'autore del libro che sfugge al protagonista è in questa sequenza incompleta:

D---ER V-- C-U-E--ERT

Ciò che va indovinato è il titolo della traduzione italiana del libro pubblicata nel 2003 da Corbaccio. Basta indizi. A chi per primo manderà una mail qui con il titolo corretto, spedirò in omaggio una copia di Abbiamo fatto una gran perdita.

giovedì 13 settembre 2018

Libri citati

Sono due i libri citati dal protagonista in alcuni brani delle lettere, per ragioni diverse e in contesti di diversi (un discorso a parte riguarda Il libro di Ester appartenente alla Bibbia). I due libri sono Frankenstein di Mary Shelley, che si è messo in valigia, e Le opere e i giorni di Esiodo, del quale apprezza particolarmente il titolo. Poi di un altro libro non ricorda il titolo, e per questo scrive una lettera a una ex collega di lavoro.



mercoledì 29 agosto 2018

Fine della colonna sonora possibile #15

Le precedenti 14 tappe della colonna sonora restavano in Italia, come del resto rimane totalmente in Italia il viaggio del protagonista del libro. A chiusura di questa colonna sonora sta un'eccezione ed è l'ultima canzone incisa su un disco da Leonard Cohen (stavolta il testo della canzone qui sotto è riportato per intero).


Leonard Cohen, String Reprise / Treaty
(da "You Want It Darker", 2016, Columbia Records)

I wish there was a treaty we could sign
It’s over now the water and the wine
We were broken then but now we’re borderline
And I wish there was a treaty
I wish there was a treaty
Between your love and mine

giovedì 23 agosto 2018

Una segnalazione su "Il Piccolo" di Trieste

Su "Il Piccolo", principale quotidiano di Trieste, un articolo panoramico di Mary Barbara Tolusso ricorda anche Abbiamo fatto una gran perdita (Oèdipus edizioni, 2018).

Sotto le pagine dell'articolo (cliccare per ingrandire) oppure qui il link all'edizione online del giornale.



giovedì 16 agosto 2018

Una colonna sonora possibile #14

Colonna sonora immaginaria, non presente nel libro e non citata dal protagonista. Penultima tappa.


Luigi Tenco, Cara maestra
(da "Luigi Tenco", 1962, Dischi Ricordi)

[...] Cara maestra, un giorno m'insegnavi
che a questo mondo noi, noi siamo tutti uguali;
ma quando entrava in classe il Direttore
tu ci facevi alzare tutti in piedi,
e quando entrava in classe il bidello
ci permettevi di restar seduti [...]

giovedì 9 agosto 2018

Una colonna sonora possibile #13

Colonna sonora immaginaria, non presente nel libro e non citata dal protagonista.



Moltheni, Suprema
(da "I segreti del corallo", 2008, La Tempesta)

[...] Splendido amore
splendido perché
hai dettato un programma geniale
solamente per me [...]

martedì 7 agosto 2018

Una colonna sonora possibile #12

Colonna sonora immaginaria, non presente nel libro e non citata dal protagonista.


CSI, Intimisto
(da "Ko de mondo", I dischi del mulo, 1994)

[...] Distruggi le mie felicità perché sono da poco agli occhi tuoi
Qualcuna la riempi la gonfi a dismisura
e io devo lasciarla che stava bene silenziosa e sola. [...]